Concorsi a premio: la normativa del MiSE

La normativa sui concorsi a premio pubblicata dal Ministero dello Sviluppo Economico delinea tutti i passaggi da realizzare prima di lanciare un contest per essere a norma di legge.

Perché il Ministero dello Sviluppo Economico ha realizzato una normativa per i concorsi a premio

Seguire l’iter burocratico è una tutela sia per i partecipanti che per le aziende. Il MiSE deve essere in grado di poter verificare il corretto svolgimento del concorso a premi in caso di segnalazioni da parte degli utenti ma deve poter intervenire anche nel caso contrario. Capita che siano gli utenti fraudolenti che per poter ricevere il premio falsificano la propria partecipazione.

Cosa fare per realizzare un contest a norma di legge

La normativa indica ogni punto per non cadere nell’errore di lanciare un contest senza tutele per i consumatori e le aziende.

Prima di tutto dobbiamo sapere che solo le aziende iscritte al Registro delle Imprese possono fare dei concorsi a premio. Quindi sono esclusi le P.Iva, i privati, le onlus, le associazioni. L’azienda che indice il contest viene chiamato anche soggetto promotore.

La seconda cosa da sapere fin da subito è che non per forza l’azienda deve farsi carico di svolgere ogni punto che andremo a specificare nei paragrafi più in basso. Tutto l’iter burocratico può essere affidato a un soggetto delegato, come Leevia, in modo da snellire il processo di realizzazione del contest.

Normativa sui concorsi a premio: cosa può fare il soggetto delegato al posto dell'azienda

Il soggetto delegato si fa carico di svolgere l’iter burocratico imposto dal MiSE in modo da lasciare all’agenzia di marketing o al reparto di marketing dell’azienda gli aspetti più creativi per creare un concorso a premio.

La normativa sui concorsi a premio prevede di:

  • scrivere un regolamento;
  • fare una fidejussione bancaria;
  • inviare le comunicazioni al MiSE indicando l’apertura, la chiusura, lo svolgimento, i premi in palio, ecc;
  • assegnare il vincitore davanti a un notaio o un funzionario autorizzato dal MiSE.

Il concorso a premio svolto online deve, inoltre, registrare i dati su server italiani. Per cui diventa fondamentale la scelta del software che si utilizza per mettere in piedi l’infrastruttura per la partecipazione del concorso.

Vuoi il parere di un nostro esperto in materia concorsi a premio?

Più di 500 Agenzie e Brand utilizzano la piattaforma Leevia per gestire contest online e loyalty program

Come avviene l'estrazione del vincitore

Come indicato nel paragrafo precedente, il vincitore viene estratto in maniera casuale davanti a un notaio o a un funzionario autorizzato. Ciò avviene quando il concorso a premi utilizza la meccanica del giveaway, ad esempio. 

In caso di Instant Win, quindi quando l’utente scopre nel momento stesso della partecipazione se ha vinto attraverso una comunicazione a schermo, sarà il software certificato a convalidare la vincita. Il Ministero in questo caso viene chiamato in causa solo in caso di notifica di irregolarità.

FAQ sulla normativa sui concorsi a premio

Qual è la normativa che disciplina i concorsi a premi?

I concorsi a premi fanno parte della grande famiglia delle manifestazioni a premio. Lo svolgimento delle manifestazioni a premio è disciplinato dal DPR 26/10/2001, n. 430.

Perché le P.Iva e i privati non possono fare un contest?

Perché secondo il Ministero dello Sviluppo Economico i concorsi a premi sono degli strumenti di promozione commerciale, quindi solo le aziende perseguono tali fini. Come indicato sul sito ufficiale del MiSE: “Il concorso a premio può essere svolto solo da imprese produttrici o commerciali fornitrici o distributrici dei beni o dei servizi al fine di promozionare i propri beni o servizi.”

Dove segnalare dei concorsi illegali?

Chiunque può segnalare al Ministero un concorso a premi illegale mandando una segnalazione all’indirizzo email m.premioinfo@mise.gov.it.

Si possono fare concorsi a premi senza autorizzazione ministeriale?

Sì, solo ed esclusivamente nei casi in cui si rientra tra le esclusioni ministeriali che sono:

  • Premio di valore inferiore a 1€ compreso gli oneri fiscali;
  • Concorsi letterali;
  • Concorsi radiofonici;
  • Concorsi a scopi benefici.

Voglio approfondire il tema, dove posso leggere più informazioni?

Abbiamo scritto un eBook che puoi scaricare gratuitamente su Leevia Academy. Leggi la “Guida completa alla normativa sui Concorsi a Premio” da questo link.

Vuoi organizzare un Concorso a Premi Online a norma di legge?

Richiedi subito una call gratuita. Sarai tu a decidere la data migliore in base ai tuoi impegni.

sei in buona compagnia

Summary
La Normativa sui Concorsi a premio spiegata dai nostri esperti
Article Name
La Normativa sui Concorsi a premio spiegata dai nostri esperti
Description
Concorsi a premio e la normativa fiscale spiegata passo dopo passo dai nostri consulenti. Come fare un contest a norma di legge.
Author
Publisher Name
Leevia
Publisher Logo